Il nostro programma

LAVORO

Burocrazia:
Saremo noi a renderci intermediari nelle richieste che i cittadini faranno alla Pubblica Amministrazione, così annullando come in passato nessuno otteneva risposte alle loro istanze.

Lavoro domenicale:
Si apriranno con le attività precedenti alternative di lavoro domenicale, per esempio: attività di trasporto persone verso siti di interesse storico.

Lavoro e giovani:
Recupero di tutti gli spazi storici che il territorio possiede nel suo patrimonio e revisione totale della gestione della risorsa rifiuti, creando decine e decine di posti di lavoro.

Sostegno all’occupazione giovanile:
Collegate con attività agricole e affine come “l’Orto collettivo”, daremo questa alternativa per molti.

Stimoli agli Investimenti:
Grazie alle attività di recupero di siti come Aequum Tuticum, potremo attingere a finanziamenti di ogni tipo, sia da parte dello Stato, sia da fondi europei che privati.

SICUREZZA

Educare alla legalità:
Intrapresa di accordi con le istituzioni scolastiche del territorio per promuovere periodicamente l’educazione alla legalità.

Occupazioni Abusive:
Lotta all’occupazione abusiva di suolo pubblico da parte di venditori ambulanti.

Sostegno alle donne:
Apertura di uno sportello comunale per recepire le istanze o le necessità delle donne.

Strade Sicure:
Postazioni di controllo da parte del Corpo di Polizia Municipale.

Videosorveglianza pubblica:
Installazione di telecamere nelle entrate/uscite delle zone Cardito e Martiri. In aggiunta, l’installazione in ogni punto strategico della città, a tutela del patrimonio comunale.

Forze dell’Ordine:
Potenziamento del Corpo di Polizia Municipale e tavolo sulla sicurezza con i corpi di Polizia di Stato, Carabinieri e Guardia di Finanza.

PROTEZIONE SOCIALE

Disabilità:
Ricognizione generale di tutte le infrastrutture comunali da rendere accessibili a chi diversamente abile, per eliminare qualsiasi barriera architettonica esistente nel territorio.

Fondo Inquilini Morosi Incolpevoli:
Rivedremo in positivo quanto già esistente su questo punto.

Piano Casa:
Ricognizione del patrimonio immobiliare del Comune e convenzione con IACP, per verificare lo stato di necessità dei cittadini riguardo le case popolari.

Una casa per poveri e giovani:
Nel punto precedente riguardo le case popolari, va data una corsia preferenziale ai giovani e famiglie in stato di necessità.

Protezione Civile:
Garantendo interventi tempestivi a tutela di quelle famiglie che potrebbero vivere dentro strutture inagibili.

Tutela dei cittadini:
Apertura di uno sportello che aiuti nelle più variegate problematiche che riguardano i consumi delle famiglie.